È prossimo un attacco su Israele?

Grazie alla coerenza della Parola di Dio siamo arrivati ad una comprensione senza precedenti degli Scritti Sacri.
Tale comprensione, tutt'altro che completa ma in continua crescita, non avrebbe fluito liberamente se non ci fossimo accostati ad Essa con la massima premura di mente e senza pregiudizi – confronta Atti 17:11
Uno dei concetti fondamentali che avrebbe impedito la comprensione di molte cose è quello relativo all'identità della moderna Israele.
Tuttora questo soggetto confonde e rende impossibile la comprensione della Bibbia alla stragrande maggioranza delle religioni nonché ai singoli studiosi.
Per molti il ritorno del popolo ebraico in Israele, cioè quello che è avvenuto nel 1948, sarebbe l’adempimento delle profezie bibliche riportate di seguito – Geremia 30:18; 31:8-10; Amos 9:14, 15; Romani 11:25, 26

E' prossimo un attacco contro Israele?
 
A questo riguardo lo stesso Charles Taze Russell parlò più volte a un vasto pubblico di ebrei a New York e anche in Europa sul tema “Il sionismo nella profezia” e nel 1925 gli studenti biblici pubblicarono il libro intitolato “Conforto per i giudei”.
Con il tempo, però, per alcuni fu evidente che “qualcosa non andava” in parte perché la Bibbia prediceva molto chiaramente che questo ritorno in patria avrebbe recato benedizioni all’umanità e anche perché risultava strano che l’Iddio Onnipotente si servisse dell’impero anglo-americano e delle Nazioni Unite per ripristinare il Suo Popolo sulla terra.
È vero che in passato accadde proprio una cosa simile ma il popolo ebraico di allora fece di tutto per ripristinare la pura adorazione, cosa che non può certo dirsi dell’attuale popolo ebraico.
E ci sarebbero tante altre cose da dire che stonerebbero enormemente con la profezia biblica indicata.
Alla luce degli avvenimenti mondiali alcuni hanno rivisto questa interpretazione ma per molti quella rimane una profezia biblica avverata.
Quindi si sono creati due gruppi ben distinti: quelli che non danno più alcuna importanza a Gerusalemme e quelli che dicono che il popolo di Dio sia nell’attuale Gerusalemme.
Grazie allo studio della Parola di Dio e alla Sua immeritata benignità abbiamo compreso che entrambe le posizioni sono errate.
Entrambe le posizioni impediranno qualsiasi comprensione profonda della Parola.
Ciò che è avvenuto nel 1948 è effettivamente una profezia biblica solo che non è quella che la maggioranza delle religioni ha immaginato – Daniele 4:20-25
Gerusalemme, e Israele di conseguenza, ha ancora una grandissima importanza nella Parola di Dio (non ha mai smesso d’averla) solo che quella presente oggi non è quella che avrebbe recato benedizioni all’umanità ma una mistificazione, un inganno.
Un inganno in cui siamo caduti tutti.
Tutti coloro che sono convinti che Gerusalemme non abbia più alcuna importanza nelle profezie bibliche sono invitati a riflettere su scritture come Neemia 1:9, Isaia 34:17; 60:15, Gioele 3:20 o Luca 21:24
Ovviamente diventerà difficile comprendere delle scritture così dirette e chiare se ogni volta che leggiamo “Gerusalemme” utilizziamo quel filtro conosciuto come “senso simbolico” o “senso spirituale”.
Quindi anche il ritorno del popolo di Dio in patria è da intendersi in senso letterale, ed in questo Russell aveva ragione, solo che ciò non accadde nel 1948.
Al suo posto fece la sua comparsa una sordida prostituta che, lungi dall’essere la legittima sposa come essa stessa asserisce, ha sedotto i popoli con la sua influenza ed ha dato il via ad una serie di avvenimenti che hanno causato (e causeranno) morte, dolore e disperazione – confronta Rivelazione 18:24
Dal confronto dei libri biblici di Daniele e Rivelazione comprendiamo che è prossima una guerra mondiale, cioè quella che porrà fine al re del sud. Questa è una profezia a venire e non qualcosa che ha riguardato il 1914 o giù di lì.
Comprendiamo che “dietro le quinte” di questa guerra, ci sarà proprio questa prostituta.
Anche se Geova permetterà questa guerra, così com’è successo in passato, anche per disciplinare il Suo Popolo, Egli non lascerà questa prostituta impunita.
Sappiamo che essa verrà distrutta definitivamente ad Har-maghedon (non all’inizio della grande tribolazione) e quindi “dovremo tenercela” fino alla fine del sistema satanico.
La sua completa distruzione è vicina ma non così vicina.
Fin da ora e fino all’ultimo momento qualsiasi persona sincera che desidera conoscere davvero l’Iddio Onnipotente e fare la Sua volontà, ha l’opportunità di fare i passi necessari.
Ogni singolo abitante di Israele può decidere di chiedere il perdono a Geova e salvarsi dalla distruzione che si abbatterà inevitabilmente sulla nazione.
La profezia biblica fa comprendere che prima della sua definitiva distruzione, il re del nord rivolgerà l’attenzione ad essa – Daniele 11:30
Questa “attenzione” non sembra avere nulla di positivo in quanto la stessa scrittura parla di “denunce”.
In armonia con questo abbiamo visto, confrontando con Rivelazione, che la quinta tromba che tormenta “quegli uomini che non hanno il suggello di Dio sulla fronte” è rivolta con tutta probabilità proprio al vecchio popolo di Dio.
Dal momento che la quinta tromba è concomitante al primo guaio è possibile ipotizzare che questo tormento sarà particolarmente doloroso.
Non è sicuramente un caso che da lì a poco (esattamente cinque mesi dopo) questa situazione porti ad una guerra molto più vasta e cruenta – Rivelazione 9:13-20
Come detto, è a motivo di questa prostituta che scoppierà la grande guerra.
Anche lo studio di Geremia, libro che stiamo approfondendo in questi giorni, ha rafforzato questa visione.
Non abbiamo una data precisa ma da queste riflessioni scritturali comprendiamo che è prossimo un attacco verso Israele e quindi facciamo bene a prestare la dovuta attenzione.
Prepariamoci mentalmente perché la Parola di Dio non può venir meno.
Anche se questo non riguarderà ancora la sua definitiva distruzione, sembra evidente che tale attacco ci sarà.
Non ha alcuna importanza se molti rideranno o prenderanno sottogamba questa interpretazione; noi abbiamo la possibilità di accertarci di queste cose – 1 Tessalonicesi 5:21


*Se qualcuno ha condiviso, anche solo in parte, queste informazioni, è invitato ad avvertire le persone di quello che sta per avvenire.
Soprattutto coloro che hanno conoscenti o amici in quella nazione, sono invitati ad agire secondo coscienza.
**Dal momento che Rivelazione parla di "tormento" e non di morte è possibile che questo attacco riguardi una serie di brucianti denunce (confronta Daniele 11:30) da parte del re del nord e non un attacco di tipo militare. Buona parte degli intrallazzi politici di questa nazione, i quali includono menzogne, assassinii e soprusi perpetrati ai danni di altri popoli, potrebbero venire alla luce.
Questo causerebbe un dolore atroce verso tutti coloro che, fino all'ultimo momento, hanno voluto mantenere un'aurea di santità e giustizia e passare per vittime del mondo.

Commenti

  1. Alla luce dell’attuale intendimento (tenendo conto anche di questo articolo) sarebbe possibile stilare una sorta di elenco in ordine cronologico degli avvenimenti che devono susseguirsi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In teoria sì, partendo però dal presupposto che ciò che è successo in Russia il 20 aprile sia effettivamente la data di inizio della soppressione del sacrificio continuo (cosa di cui non possiamo avere ancora la certezza in quanto potrebbero esserci dei colpi di scena che ribalterebbero la situazione, quindi la data di inizio da cui calcolare). Tuttavia prima di bruciare i miei 4 lettori con un articolo del genere (cioé un articolo che menziona date e ordine avvenimenti) vorrei essere un pochino più sicuro. Non che mi preoccupi della mia eventuale reputazione (avendo chiarito fin dall'inizio di non ritenermi ispirato, non devo pretendere più del dovuto da parte mia) ma perché molti si concentrerebbero sull'errore e non su tutto il resto magari corretto e importante. Non vorrei che dal "prestare attenzione alla profezia" ottenga poi l'effetto contrario.
      è molto piùù facile concentrarsi su un singolo errore che su mille cose giuste.
      Se i prossimi avvenimenti mi convinceranno, nei limiti del ragionevole, che è arrivato il momento di buttarsi in un articolo del genere... bene, lo farò.
      Ti ringrazio per la domanda e comprendo che se l'hai fatta hai ipotizzato qualcosa anche tu.
      Continua a prestare attenzione alle profezie e cerca di coinvolgere altri a fare lo stesso

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Scaviamo per trovare gemme spirituali: Marco capitoli 3 e 4

Stiamo davvero scavando per trovare gemme spirituali?

La salvezza appartiene a Geova!