Geremia capitolo 5

Percorrete le vie di Gerusalemme e vedete, ora, e sappiate, e cercate da voi stessi nelle sue pubbliche piazze se potete trovare un uomo, se esiste qualcuno che faccia giustizia, qualcuno che cerchi la fedeltà, e io la perdonerò. 2 Anche se dicessero: “Come Geova vive!” giurerebbero in tal modo all’assoluta falsità – Geremia 5:1, 2

"Non c'è chi faccia il bene" disse Davide nel 14° Salmo.
Così è la Gerusalemme dei nostri giorni.
"In quanto a Geova, ha guardato dal cielo stesso sui figli degli uomini, per vedere se esiste qualcuno che abbia perspicacia, qualcuno che cerchi Geova" (Salmo 14:2)... ma non c'è saggezza nel cuore del malvagio.
Tutte le volte che essi asseriscono d'essere il popolo di Dio e che giurano nel Suo Santo nome, commettono un grave peccato. Giurano continuamente nella falsità.
La nazione che sarebbe dovuta diventare santa e casta, è in realtà una sordida prostituta.
Coloro che hanno dimenticato l'Iddio vivente e si fanno proteggere dalle bestie selvagge della terra durante le loro guerre di conquista, fanno forse il bene?

In chi confida la moderna Israele apostata? Ma "l'Egitto non scamperà", assicura la profezia


3 O Geova, non sono quei tuoi occhi verso la fedeltà? Li hai colpiti, ma non si sono ammalati. Li hai sterminati. Hanno rifiutato di accettare la disciplina. Hanno reso le loro facce più dure di una rupe. Hanno rifiutato di volgersi indietro. 4 Perfino io stesso avevo detto: “Sicuramente essi sono di classe misera. Hanno agito con stoltezza, poiché hanno ignorato la via di Geova, il giudizio del loro Dio. 5 Di sicuro me ne andrò ai grandi e parlerò con loro; poiché essi stessi devono aver conosciuto la via di Geova, il giudizio del loro Dio. Sicuramente essi stessi devono avere rotto il giogo tutti insieme; devono avere strappato i legami”.
6 Perciò un leone dalla foresta li ha colpiti, uno stesso lupo delle pianure desertiche continua a spogliarli, un leopardo continua a stare sveglio vicino alle loro città. Chiunque ne esca viene sbranato. Poiché le loro trasgressioni son divenute molte; i loro atti di infedeltà son divenuti numerosi – Geremia 5:3-6

Molto presto Geova colpirà una prima volta Israele attraverso una grande potenza proveniente "dal nord" – confronta Daniele 11:29 e Rivelazione 9:1-12
Questo causerà dolore alla nazione malvagia ed apostata ma essi non si volgeranno all'Iddio vivente.
Al contrario, renderanno le loro facce più dure di una rupe.
Geremia immagina che la loro ignoranza sia dovuta al fatto che si sia rivolto alla "classe misera" quindi arriva fino "ai grandi".
Tuttavia i loro insegnanti sono anche peggio della classe misera.
Questo è lo scenario che troveranno esattamente i due testimoni vestiti di sacco nel tempo della loro predicazione anche se questo primo giudizio è un avvenimento precedente.
Quasi nessuno sarà disposto a tornare a Geova.
Per questo motivo "un leone dalla foresta (li colpirà), uno stesso lupo delle pianure desertiche (continuerà a spogliarli), un leopardo (continuerà) a stare sveglio vicino alle loro città. Chiunque ne esca (verrà) sbranato".
Questa profezia non rimarrà confinata nel passato ma avrà un ulteriore e maggiore adempimento nei nostri giorni. Di questo avremo la conferma tra poco.

7 Come ti posso perdonare per questa medesima cosa? I tuoi propri figli mi hanno lasciato, e continuano a giurare per ciò che non è Dio. E io li saziavo, ma essi continuarono a commettere adulterio, e affluiscono a frotte alla casa di una prostituta. 8 Son divenuti cavalli presi da calore sessuale, avendo [forti] testicoli. Si appressano ciascuno alla moglie del suo compagno.
9 “Non dovrei io chiedere conto a causa di queste medesime cose?” è l’espressione di Geova. “O su una nazione come questa non si dovrebbe vendicare la mia anima?” - Geremia 5:7-9

Che questi versetti si riferiscano esclusivamente alla prostituzione spirituale o ad entrambi i tipi di prostituzione, il messaggio è forte e chiaro.
Israele ha commesso e continua a commettere prostituzione con le nazioni del mondo eppure continua ad asserire d'essere il popolo di Dio.
Nonostante abbia un grande potere persuasivo, anche sui mezzi di comunicazione, la sua malvagità sta venendo piano piano a galla – confronta Marco 4:22, 23
Nonostante milioni di persone siano ancora convinte della "bontà" e giustezza di tale nazione, presto si accorgeranno che razza di prostituta essa è.
L'Iddio Onnipotente, che conosce la realtà delle cose dall'inizio dei tempi, dovrebbe forse far finta di niente?

10 “Salite contro i suoi filari [di viti] e causate rovina, ma non fate un effettivo sterminio. Togliete i suoi lussureggianti germogli, poiché non appartengono a Geova. 11 Poiché la casa d’Israele e la casa di Giuda hanno davvero agito slealmente verso di me”, è l’espressione di Geova. 12 “Hanno rinnegato Geova, e continuano a dire: ‘Egli non c’è. E su di noi non verrà nessuna calamità, e non vedremo spada né carestia’. 13 E i profeti stessi divengono un vento, e la parola non è in loro. Così si farà a loro” - Geremia 5:10-13

Anche in questi versetti si torna a parlare sia di Israele (le dieci tribù) che di Giuda (le due tribù).
Intanto possiamo vedere che verso entrambi Egli non farà un effettivo sterminio.
Da qui possiamo comprendere perché sia la nazione di Israele (moderna) che il popolo di Dio sparso in tutta la terra vengano accomunati.
Comprendere i fondamentali motivi di questa comunione ci permetterà di non confonderci quando si parla di giudizio divino.
Questi due gruppi hanno molto in comune.
Entrambi hanno "conosciuto Dio" – confronta Amos 3:1
Entrambi subiranno una punizione a motivo della loro infedeltà – 1 Pietro 4:17
Di entrambi verranno scelti i meritevoli per la loro condizione di cuore e non per l'appartenenza ad una religione o nazione.
Sotto molti aspetti questi due gruppi si assomigliano e quindi dovremmo fare molta attenzione a non assumere gli stessi atteggiamenti di Babilonia la Grande.
Il giudizio che sradicherà i "lussureggianti alberi" si rivolgerà contro entrambi i gruppi.
Infatti la prima tromba dell'apocalisse è rivolta contro il popolo di Dio sparso in tutta la terra mentre la quinta tromba è indubbiamente rivolta alla nazione apostata.
In entrambi i casi non viene fatto un effettivo sterminio in quanto la prima tromba colpisce "un terzo" degli alberi mentre nella quinta si dice "di non danneggiare la vegetazione della terra né alcuna verdura né alcun albero, ma solo quegli uomini che non hanno il suggello di Dio sulla fronte".
Ma entrambi i gruppi, come dicono le parole finali di questi versetti, non sono molto disposti ad ascoltare i "profeti" studiando accuratamente la Bibbia per comprendere davvero la loro (pericolosa) posizione.
Tutto questo accade perché entrambi i gruppi hanno agito slealmente verso l'Iddio Onnipotente.
Comunque sappiamo che ci sarà una netta distinzione, tra questi due gruppi, durante il giudizio finale – confronta Rivelazione 18:1-3 con Rivelazione 7:9, 10

14 Perciò questo è ciò che ha detto Geova, l’Iddio degli eserciti: “Per la ragione che dite questa cosa, ecco, io faccio delle mie parole nella tua bocca un fuoco, e questo popolo sarà la legna, e certamente la divorerà”.
15 “Ecco, farò venire su di voi una nazione da lontano, o casa d’Israele”, è l’espressione di Geova. “È una nazione durevole. È una nazione di molto tempo fa, una nazione la cui lingua non conosci, e non puoi udire [con intendimento] ciò che pronunciano. 16 La loro faretra è come un luogo di sepoltura aperto; sono tutti uomini potenti. 17 Sicuramente divoreranno anche la tua messe e il tuo pane. Gli uomini divoreranno i tuoi figli e le tue figlie. Divoreranno i tuoi greggi e le tue mandrie. Divoreranno la tua vite e il tuo fico. Distruggeranno con la spada le tue città fortificate nelle quali confidi” - Geremia 5:14-17

Possiamo dunque vedere che il riferimento a Rivelazione capitolo 11, anche in questi versetti, è molto forte.
Di quanti riferimenti abbiamo ancora bisogno per convincerci che le profezie di Geremia non riguardano soltanto il passato?
E di quanti altri riferimenti abbiamo bisogno per comprendere il soggetto destinato a questo tipo di giudizio?
Le parole messe nalla bocca di Geremia sarebbero diventate "un fuoco" e il popolo sarebbe stato consumato come legna.
Sembra onestamente un riferimento a Rivelazione 11:5?
La nazione lontana, nell'adempimento moderno di questa profezia, è il re del nord.
Questa nazione non sarà fermata dalle città fortificate – vedi Daniele 11:39-43
Lo stesso re del sud, in cui essi confidano, descritto in Daniele come la nazione d'Egitto, non sarà di alcun aiuto. Non scamperà.
Comincino a ragionare su queste scritture tutti coloro che non hanno finora compreso dove si colloca l'impero anglo-americano in tutto questo.
Esso è l'ultimo re dominante (come dice l'intendimento attuale) oppure "l'Egitto che non scamperà"?

18 “E anche in quei giorni”, è l’espressione di Geova, “non eseguirò uno sterminio di voi. 19 E deve accadere che direte: ‘A causa di quale fatto Geova nostro Dio ci ha recato tutte queste cose?’ E dovrai dire loro: ‘Proprio come voi avete lasciato me e siete andati a servire un dio straniero nel vostro paese, così servirete gli estranei in un paese che non è vostro’”.
20 Annunciate questo nella casa di Giacobbe, e proclamatelo in Giuda, dicendo: 21 “Odi, ora, questo, o popolo non saggio che sei senza cuore: Hanno occhi, ma non possono vedere; hanno orecchi, ma non possono udire. 22 ‘Non temete nemmeno me’, è l’espressione di Geova, ‘o non siete in penosi dolori nemmeno a causa di me, che ho posto la sabbia come linea di confine del mare, regolamento di durata indefinita che non può oltrepassare? Benché le sue onde si agitino, nondimeno non possono prevalere; e [benché] in effetti divengano tumultuose, nondimeno non lo possono oltrepassare. 23 Ma questo medesimo popolo è divenuto di cuore ostinato e ribelle; si sono sviati e continuano a camminare nella loro via. 24 Ma non hanno detto nel loro cuore: “Temiamo, ora, Geova nostro Dio, Colui che dà i rovesci di pioggia e la pioggia autunnale e la pioggia primaverile nella sua stagione, Colui che per noi custodisce anche le prescritte settimane della mietitura”. 25 I vostri propri errori hanno allontanato queste cose, e i vostri propri peccati hanno trattenuto da voi ciò che è buono – Geremia 5:18-25

Nell'articolo intitolato "Si avvicina la tempesta" abbiamo visto che uno dei motivi per cui il popolo di Dio viene disciplinato è a motivo del fatto che esso sia diventato idolatra.
Se questo può dirsi vero per il popolo di Dio sparso in tutta la terra, quantopiù la nazione di Israele si è macchiata di questo peccato!
Con ogni tipo di idolatria e pratica spiritica la moderna Israele si è allontanata dall'unico vero Dio; non hanno mostrato intendimento.
Non hanno neppure osservato la potenza e meraviglia della creazione.
Non si sono chiesti chi ha fatto tutto questo e se era il caso di temerlo.
Presto dovranno rendersi conto che Colui che stabilisce i limiti al mare, è anche in grado di chiedere il conto degli errori.

26 “‘Poiché fra il mio popolo si sono trovati uomini malvagi. Essi continuano a spiare, come quando gli uccellatori si acquattano. Hanno posto una rovinosa [trappola]. Catturano uomini. 27 Come una gabbia è piena di creature volatili, così le loro case sono piene d’inganno. Perciò son divenuti grandi e guadagnano ricchezze. 28 Sono ingrassati; son divenuti lucidi. Hanno anche traboccato di cose cattive. Non hanno difeso nessuna causa, nemmeno la causa dell’orfano di padre, per avere successo; e non hanno sostenuto il giudizio dei poveri’” - Geremia 5:26-28

Questa nazione apostata è piena di uomini malvagi.
Da quando sono stati insediati di prepotenza dal Regno Unito hanno continuato a "catturare uomini".
Hanno ingannato e teso trappole.
Sono "divenuti grandi" e hanno guadagnato ricchezze predando i popoli circonvicini.
Per continuare a far questo in maniera indisturbata, hanno istituito processi beffa, andati a finire sempre a favore loro e contro il popolo palestinese.
Hanno predato terra e diritti in maniera apparentemente legale.
Solo il denaro l'ha fatta da padrone in tutti questi anni.
Essi non hanno certo sostenuto il giudizio dei poveri.
Pensano, essi, che Geova non abbia visto tutto questo? - Ezechiele 8:12; 9:9, 10

29 “Non dovrei io chiedere conto a causa di queste medesime cose”, è l’espressione di Geova, “o su una nazione come questa non si dovrebbe vendicare la mia anima? 30 Una situazione sorprendente, perfino una cosa orribile, si è verificata nel paese: 31 I profeti stessi effettivamente profetizzano con falsità; e in quanto ai sacerdoti, sottopongono secondo i loro poteri. E il mio proprio popolo [lo] ha amato così; e che farete voi al termine d’esso?" - Geremia 5:29-31

I preofeti di questa nazione pronunciano assoluta falsità dicendo che "tutto va bene".
Essi rafforzano le mani dei malfattori dicendo loro che ciò che fanno è per volontà di Dio, che essi sono il Suo Popolo e che non devono avere dubbi.
Essi insegnano che tutto quello che fanno è giustificato.
I sacerdoti sottopongono e sviano il popolo mediante le loro pratiche spiritiche – confronta Rivelazione 9:20
Il popolo, però, "li ama così".
Non si interessano dell'Iddio che asseriscono d'adorare.
Quando questi sacerdoti saranno svergognati ed eliminati, in cosa o in chi confiderà tutta questa gente?
Possa ognuno di noi, chiunque è in grado di comprendere questo messaggio, non confidare in istituzioni umane o singoli esseri umani man mano che vedremo il giudizio di Geova avvicinarsi.
Giudizio che, ricordiamo, riguarderà entrambi i gruppi.

In questo capitolo abbiamo rafforzato l'identità dei due gruppi qui menzioanti e abbiamo compreso che le parole di Geremia non riguardano soltanto il passato.
Le similitudini con Rivelazione capitolo 11 sono evidenti.
Abbiamo compreso che entrambi i gruppi subiranno una certa disciplina da parte del Dio che pretendono di adorare.
Abbiamo anche avuto ulteriori delucidazioni in merito al "re del sud" che è uno di quei re che "non scamperà" alla fine della guerra.
La moderna nazione apostata sarà colpita in maniera seria prima della sua effettiva distruzione.
Abbiamo anche compreso che tutte le pratiche nascoste di questa nazione, saranno presto rese pubbliche.
Cos'altro ci sveleranno i successivi capitoli di Geremia?

Commenti

Post popolari in questo blog

Scaviamo per trovare gemme spirituali: Marco capitoli 3 e 4

Stiamo davvero scavando per trovare gemme spirituali?

La salvezza appartiene a Geova!