Prepariamoci alle macchinazioni di Satana!

Partiamo da un presupposto logico.
Satana è molto più intelligente e potente ed ha molta più esperienza di noi.
Egli è il nostro avversario principale ed il suo scopo è quello di "divorarci" – 1 Pietro 5:8
Per far questo, come ben sappiamo, usa ogni mezzo a sua disposizione ed una delle sue armi "preferite" è la menzogna, l'inganno – Ebrei 2:14; Giovanni 8:44
E' facile aspettarsi che, man mano che si avvicina la fine della sua attività, egli intensifichi i suoi sforzi per sviarci – Rivelazione 20:2, 3
Come abbiamo visto dagli articoli precedenti i quali hanno parlato del falso profeta, Satana sta per preparare la sua arma migliore in vista della sua cacciata sulla terra – Rivelazione 13:11
Sappiamo che la religione non scomparirà come molti di noi hanno immaginato (in quanto non è Babilonia la Grande) ma subirà un "cambio di pelle" notevole – confronta 2 Corinti 11:13-15
Se questo è corretto, possiamo ipotizzare cosa potrebbe succedere nel prossimo futuro anche confrontando cosa è già successo, in passato, che ha sviato molti di noi.
Molti di noi non riescono ad accettare il cambio di identità di Babilonia la Grande principalmente per due motivi.
Tanto per cominciare è una delle dottrine insegnate con più convinzione da parte della WTS e poi, ammettiamolo, è una figura quasi romantica.
Conoscendo molti particolari di ciò che ha fatto la religione nell'arco dei secoli, tra le torture e i roghi, le guerre, l'uccisione di molti sinceri studiosi della Bibbia, l'immoralità dei suoi esponenti, i roghi delle Bibbie tradotte... insomma ognuno di noi si è chiesto quando Geova gli avrebbe chiesto il conto.
Venire a sapere che queste organizzazioni potevano essere paragonate ad una prostituita che sarebbe stata sbranata e bruciata... beh... ha riempito il nostro cuore di un giusto senso di giustizia appagata – Matteo 5:6
In effetti la fine che farà "l'uomo dell'illegalità", nei panni del falso profeta, non sarà molto diverso anche se cambia drasticamente il soggetto e l'esecutore – Rivelazione 19:20
Il punto è che staccarsi, adesso, da questa figura emblematica e forte risulta difficile perché tocca la nostra parte emotiva.
Prestiamo attenzione a questo.
Se i riferimenti scritturali utilizzati per ricavare l'identità di Babilonia la Grande sono errati o è errata la loro applicazione, allora è giusto ridiscutere e vedere se c'è un'altra possibilità.
Se qualcuno è in grado di confutare con la logica e la Scrittura tutti i passaggi atti ad identificare Babilonia la Grande come la moderna nazione d'Israele, ben venga – Proverbi 15:22; 1 Tessalonicesi 5:21
A noi dovrebbe interessare solamente il messaggio biblico – confronta Matteo 10:37
Se, al contrario, i riferimenti scritturali sono chiari e specifici, non si contraddicono l'un l'altro e in qualche modo smentiscono o gettano un'ombra sul vecchio intendimento, invece di fare salti mortali per cercare di dimostrare le nostre idee preconcette (in pratica, forzare le Scritture) dovremmo semplicemente abbandonare i nostri "affetti" e abbracciare la Verità della Parola di Dio – Giovanni 17:17
Facciamoci un onesto autoesame e valutiamo quali sono i motivi scritturali che ci impediscono di accettare un cambio di visione (qualunque esso sia).
Satana potrebbe sfruttare i nostri desideri, incluse le nostre idee preconcette, per sviarci completamente – Genesi 3:6
L'apostolo Paolo disse che Satana si sarebbe servito dell'uomo dell'illegalità con ogni opera potente, segni e portenti di menzogna e "ogni ingiusto inganno" - 2 Tessalonicesi 2:9. 10 

Satana potrebbe utilizzare i nostri preconcetti, non solo i nostri desideri?

Abbiamo già visto come Satana potrebbe far questo attraverso il falso profeta (ovvero l'uomo dell'illegalità del tempo della fine, dopo la cacciata di Satana sulla terra) ma adesso vedremo come potrebbe farlo anche prima, tralasciando per un momento i portenti e concentrandoci sul concetto di "ogni ingiusto inganno".
Ovviamente non possiamo sapere nei particolari cosa Satana si inventerà a breve proprio per i presupposti fatti all'inizio.
Gli avvertimenti del Signore, infatti, sono generici.
Benché Egli abbia parlato di falsi Cristi e falsi profeti e di grandi segni, non specifica cosa combinerà effettivamente il nostro arcinemico.
Il punto è che dobbiamo essere pronti e abbiamo i mezzi per riuscirci: la Bibbia, le nostre facoltà mentali e l'aiuto dello Spirito Santo – 1 Pietro 5:9; Romani 12:1; Ecclesiaste 7:12; Luca 11:13
1 Pietro 5:9 dice che per resistere a Satana dobbiamo essere solidi nella fede, e come potremo essere solidi nella fede se non studiamo accuratamente la Parola di Dio?
Romani 12:1 spiega che il nostro sacro servizio include la nostra facoltà di ragionare ed Ecclesiaste aggiunge che la conoscenza è una protezione in grado di conservarci in vita.
Così vediamo che comprendere le profezie (come il resto della Bibbia) non è una gara tra esseri umani; non è qualcosa da prendere sottogamba e poter dire "aspettiamo e vediamo chi ha ragione" perché ne va della vita.
Anche la solita frase, che gira spesso tra fratelli, la quale dice che "le profezie le capiremo solo quando si saranno adempiute" è superficiale e pericolosa.
Intanto sfatiamo un luogo comune: Daniele comprese prima del loro scadere la durata degli anni dell'esilio in Babilonia studiando attentamente le scritture – Daniele 9:1, 2 (vedi la nota in calce*)
Quindi la profezia, per definirsi "profezia", deve essere compresa prima del suo avverarsi altrimenti non avrebbe alcun senso; sarebbe una profezia senza la dignità di profezia – Amos 3:7
Ed inoltre le cose "non cadono dall'alto", non verremo fermati da un angelo che ci dirà cosa accadrà se ciò che accadrà è già stato scritto nella Bibbia.
Geova ha già rivelato il Suo proposito; noi dobbiamo studiare la Parola di Dio, a somiglianza del profeta Daniele, se vogliamo almeno sperare di comprendere qualcosa.
Stabilito questo proviamo a fare una serie di ipotesi su cosa potrebbe effettivamente inventarsi Satana per sviare il popolo di Dio.
In un articolo precedente abbiamo trattato i capitoli 7 e 8 di Daniele e abbiamo visto come si potrebbe arrivare a pensare che si tratti di due soggetti, tempi e profezie completamente diverse (l'articolo si intitola "Quattro armaghedon o uno soltanto?").
A complicare la comprensione della profezia ci ha pensato "la storia secolare" perché se leggiamo gli avvenimenti relativi ad Antioco IV Epifane emergono molti particolari che potrebbero far pensare che la descrizione fatta da Daniele si applichi a lui e al suo periodo d'azione.
In questo modo anche buona parte del capitolo 11 si sarebbe adempiuta con i maccabei, "il popolo che conosce il suo Dio" e via discorrendo.
Noi sappiamo che queste argomentazioni sono forzate e assolutamente false e questo possiamo dirlo alla luce delle Scritture che identificano chiaramente il Principe dell'esercito, detto anche Principe dei Principi, come colui al quale si facevano e si fanno i sacrifici – Confronta Daniele 8:25 con Daniele 8:11
Ci sono anche altri motivi che ci portano a scartare nella maniera più assoluta Giuda Maccabeo e quindi Antioco IV Epifane, come i molti particolari della profezia che cadrebbero semplicemente nel nulla, ma comprendere a chi erano rivolti i sacrifici dovrebbe essere più che sufficiente per un attento studioso della Bibbia.
La domanda che dovremmo farci, però, è tutt'altra.
Come mai sono successe tante cose simili in passato che hanno portato molti ebrei sinceri a credere che le parole di Daniele si applicassero a loro in un tempo passato?
Ovviamente non possiamo sapere se c'è stato Satana dietro a tutto questo ma non possiamo neppure escluderlo.
Ricordiamo che Satana esiste da migliaia di anni per cui può permettersi di fare piani a lungo termine.
Le rispercussioni di questo intendimento arrivano fino a noi perché influiscono sul tempo in cui stiamo vivendo e che rischiamo di non riconoscere.
Proviamo a vedere se esiste un altro precedente o sono semplicemente ipotesi strampalate.
Questo blog ha ridiscusso in più post l'intendimento relativo al 1914 e per farlo si è utilizzata semplicemente la Scrittura (uno di questi post si intitola "Cronologia, interpretazione, speculazione").
Molti siti e blog, anche a carattere polemico, hanno ridiscusso il 1914 come data in cui Cristo sarebbe stato incoronato come Re, ma in genere le argomentazioni vertono sulle date secolari, i reperti storici etc.
Questi siti hanno messo in risalto che la data di partenza da cui contare questi fatidici "sette tempi" è sbagliata perché non supportata o proprio smentita dalla storia.
Dobbiamo innanzitutto prendere atto che queste discussioni possono avere un certo valore tra gli storici ma tra noi, cristiani, tutto ciò ha un valore relativo.
Tanto per cominciare la storia non è una "scienza esatta" come potrebbe essere la matematica perché si basa su reperti spesso incompleti e a cui bisogna anche dare un'interpretazione (basti pensare a ciò che dicono gli studiosi in merito all'età dell'uomo).
Infatti sullo stesso "reperto" diversi studiosi danno interpretazioni diverse e non è certo la maggioranza o il più "blasonato" a stabilire la verità.
Per assurdo, per quante prove possano venire alla luce a dimostrazione che la data utilizzata come partenza per calcolare i sette tempi è sbagliata, la WTS potrebbe essere nel giusto.
Possiamo parlare di ragionevole conclusione, di numerose prove a favore... ma non di certezza.
Prendiamo atto di una verità scomoda: noi non c'eravamo.
Noi cristiani, però, abbiamo qualcosa in più dei reperti storici o di un'equipe di scienziati al seguito: abbiamo la Parola di Dio.
Quindi possiamo dire che il 1914 è sbagliato non perché la data da cui far partire il calcolo è sbagliata (cosa che sposterebbe semplicemente la questione di vent'anni più o meno) ma perché la Bibbia non parla di quello.
Semplice.
Detto questo, però, anche qui dobbiamo prendere atto che molte cose successe dal 1914 in poi sono assomigliate parecchio alla descrizione che la Bibbia fa degli ultimi giorni (intendendo proprio gli ultimi ultimi).
In quell'anno scoppia la più grande guerra che l'umanità avesse conosciuto fino ad allora – Matteo 24:6
Come conseguenza della guerra, fame, malattie e disperazione dilagano un po' ovunque – Luca 21:11
Grandi bombe come le due atomiche, che furono viste a centinaia di chilometri di distanza, sono effettivamente "paurose visioni dal cielo e grandi segni".
I testimoni di Geova vengono perseguitati praticamente sotto tutti i regimi coministi, fascisti e "democratici" – Matteo 24:9
I valori morali subiscono un brusco calo in tutti i settori della società – 2 Timoteo 3:1-5
Oltre a queste cose accade ancora altro che quasi "obbliga" i cristiani a credere e ad avvalorare il 1914.
Nasce la Lega delle Nazioni (1920).
Fermiamoci un attimo.
Se la Lega delle Nazioni è la bestia selvaggia di colore scarlatto descritta in Rivelazione, allora c'è ben poco da discutere.
Dal momento che in Rivelazione questa bestia cade nell'abisso una volta soltanto per poi risalirvi, non c'è altra possibilità che applicare e far partire le profezie di Rivelazione dal 1914 o da una data prossima al 1914.
Il libro di Rivelazione è chiaro: la bestia scarlatta cade nell'abisso e poi vi risale. Non ci sono altre cadute prima della sua definitiva distruzione – vedi Rivelazione 17:8
Immaginiamo di vivere in quel periodo e chiediamoci onestamente quanti di noi non avrebbero creduto di vivere negli "ultimi giorni" e di ricevere la ricompensa da lì a poco.
Nasce questo esperimento, un agglomerato politico-militare come mai era stato tentato nella storia e i fratelli osservano.
Sembra proprio la bestia scarlatta di Rivelazione!
Se è quella, però... essa deve cadere nell'abisso dopo un certo periodo.
Tra l'altro si comprende che il motivo per cui questa bestia cade nell'abisso è proprio lo scoppio di una guerra.
Cosa accade?
Meno di vent'anni dopo scoppia una guerra così estesa e violenta da far passare quella del 1914 assolutamente in secondo piano.
E la Lega delle Nazioni, a motivo della sua natura, si può dire che cade** (vedi nota in calce).
Che cosa dovremmo dedurre da queste riflessioni?
Tutti questi avvenimenti non sembrano un po' troppi per essere additati al caso?
Ci sono molti, troppi elementi e tutti sembrano combaciare.
Che dire, dunque?
Siamo ancora convinti che la data 1914 sia sbagliata?
L'unico modo per comprenderlo è studiando la Parola di Dio con dedizione e senza preconcetti.
Studiando la Bibbia si comprende che se è vero che molte cose sembrarono combaciare, è altrettanto vero che molte altre non lo facevano.
All'epoca della risurrezione della bestia di colore scarlatto doveva esserci una sola potenza dominante (confronta Rivelazione 13:3, 4; Daniele 11:39, 40, 45) ma dopo la seconda guerra mondiale c'erano ancora tantissime potenze.
Quando ci sarebbe stata questa proclamazione oppure sentore di "pace e sicurezza" se subito dopo iniziò la guerra fredda?
Questi e altri particolari avrebbero dovuto far riflettere i fratelli di allora che "qualcosa non tornava" ma, come detto, considerando avvenimenti così notevoli e in apparenza in armonia con le Scritture, probabilmente ci saremmo cascati tutti.
Non è difficile immaginare chi ci sia stato dietro a tutto questo o comunque non possiamo escluderlo.
Se tutti questi avvenimenti non sono stati casuali, la nostra facoltà di ragionare ci permette di ipotizzare cosa potrebbe succedere nel prossimo futuro.
Nell'articolo dedicato alle trombe di Rivelazione (si intitola "Piaghe di Geova contro i falsi profeti e guai per la terra") abbiamo visto che il giudizio di Geova si rivolgerà principlamente contro il Suo stesso popolo ma potrebbe includere anche esponenti e organizzazioni della cristianità.
Prestiamo attenzione a questo.
Satana potrebbe utilizzare questa situazione per mettere in atto il suo ennesimo "ingiusto inganno"?
Assolutamente sì perché ciò rientra perfettamente nello "stile" dei suoi inganni passati – confronta 1 Corinti 15:12
Pensiamoci un attimo: qual è l'avvenimento che la stragrande maggioranza di noi sta aspettando con trepidazione?
La distruzione di "Babilonia la Grande", non è vero?
Per "Babilonia la Grande", ovviamente, la maggioranza dei testimoni di Geova intende l'impero mondiale della falsa religione.
Immaginiamo che le Nazioni Unite (o il re del nord o gli estremisti islamici o chiunque altro) adesso, inizino una persecuzione mirata verso tutte le religioni facendo magari saltare per aria diversi luoghi di culto, anche molto famosi *** (vedi nota in calce).
Cosa penserebbe la maggioranza di noi?
È evidente. È iniziata la grande tribolazione!
Non dobbiamo fare neppure un grosso sforzo di immaginazione perché questo è esattamente ciò che accadde durante la prima e poi la seconda guerra mondiale.
I fratelli immaginarono che queste guerre sarebbero "culminate" in Armaghedon.
Facciamo ben attenzione e cerchiamo di capire i motivi profondi per cui crediamo in quello in cui crediamo – 2 Corinti 13:5; 1 Tessalonicesi 5:21
Non lasciamoci prendere dagli avvenimenti.
La guerra che sta per scoppiare (perché sta per scoppiare) non porterà ad Armaghedon e un'eventuale persecuzione generalizzata nei confronti delle religioni non avrà nulla a che vedere con Babilonia la Grande.
Facciamoci anche questa domanda: se non riusciamo a ridiscutere adesso l'identità di Babilonia la Grande, riusciremo a farlo quando le scritture sembreranno adempiersi secondo i nostri preconcetti? - Geremia 23:21-23
Accertiamoci, dunque, di quello in cui crediamo perché comprendere la profezia non è una questione secondaria, ne va della nostra vita esattamente come ne andò della vita dei primi cristiani.
Satana è senz'altro in grado di rivoltarci come dei calzini e di rigirarci come e quando vuole ma noi abbiamo la Bibbia e l'aiuto di Geova stesso – Proverbi 18:10
Non lasciamo che la nostra emotività o i nostri desideri abbiano il sopravvento sulle nostre facoltà di ragionare.
Dobbiamo studiare la Bibbia! - confronta Matteo 4:5-7
La sola possibilità che Satana possa utilizzare un metodo del genere per continuare a sviare la maggioranza di noi, dovrebbe metterci sull'attenti e farci sentire addosso una seria responsabilità.
Tutti coloro, tanti o pochi, che hanno condiviso in coscienza gli articoli di "attenzioneallaprofezia", vale a dire coloro che hanno passato gli articoli al vaglio della Scrittura e li hanno trovati in armonia con Essa, hanno l'obbligo morale di fare il possibile per avvisare i propri fratelli in merito a quello che sta per succedere e in merito a quello che potrebbe succedere.
Ciò che è successo nella prima e nella seconda guerra mondiale può costituire un precedente per aiutare ognuno di noi ad essere preparati e pronti – Efesini 6:14-18; 2 Re 6:16, 17




In cosa difetta la nostra armatura? Siamo preparati a quello che accadrà?





Note in calce.
* Alcuni, per dimostrare che la comprensione postuma delle profezie è un'evidenza scritturale, additano l'episodio accaduto ai primi cristiani al tempo in cui gli eserciti romani circondarono Gerusalemme.
Dal momento che essi non poterono comprendere come "fuggire ai monti", ragionano, la profezia deve comprendersi solo dopo il suo avverarsi.
Le cose non stanno così e vediamo il perché.
Quando si parla di "comprensione delle profezie" è ovvio che ci si riferisce a quelle profezie scritte in segni.
Diversamente non ci sarebbe nulla da comprendere, semmai solo ubbidire.
È evidente che la Bibbia contenga molte profezie (cioé descrizioni di avvenimenti futuri) che non furono scritte in segni.
Quando Giona predica ai niniviti dicendo che la loro città sarebbe stata distrutta egli menziona una profezia.
Se i niniviti non si fossero pentiti, le parole di Geova pronunciate attraverso Giona si sarebbero semplicemente adempiute. I niniviti non dovettero fare alcuno sforzo per comprendere quelle parole. Non dovettero studiare o meditare per comprendere. Dovettero semplicemente prendere a cuore l'avvertimento e, appunto, pentirsi.
Nella stessa maniera l'avvertimento che Gesù diede ai suoi discepoli erano istruzioni forti e chiare: "quando vedrete Gerusalemme circondata da eserciti accampati, allora sappiate che la sua desolazione si è avvicinata. Quindi quelli che sono nella Giudea fuggano ai monti, e quelli che sono in mezzo ad essa si ritirino, e quelli che sono nelle campagne non vi entrino" – Luca 21:20, 21
Questa è la profezia ed essi la compresero bene.
Il fatto che, quando essa iniziò ad avverarsi i cristiani si trovarono imprigionati e quindi evidentemente si chiesero "come avrebbero fatto a fuggire ai monti", ciò non ha nulla a che vedere con la comprensione della stessa.
Geova fece in modo che gli eserciti si ritirassero creando così l'opportinità ai veri cristiani di fuggire.
Al contrario questa profezia dovrebbe farci riflettere sui nostri luoghi comuni.
Ipotizziamo che le parole del Signore non fossero state così chiare, se avesse in effetti utilizzato un linguaggio simbolico per cui avrebbero dovuto studiare e impegnarsi per comprendere le Sue parole.
Immaginiamo anche che essi si fossero detti "comprenderemo le Sue parole solo dopo il loro avverarsi" cosa sarebbe successo?
La risposta è scontata: sarebbero morti tutti.

** Anche se usiamo dire che la Società delle Nazioni è caduta allo scoppio della seconda guerra ciò è da considerarsi vero solo in base agli obiettivi dichiarati.
Se la Lega delle Nazioni era nata per prevenire la guerra, è chiaro che non riuscendo a prevenire le aggressioni delle potenze dell'Asse questa dimostrò tutti i suoi limiti e per questo motivo si può dire che "cadde".
Comunque non cadde letteralmente in quanto fu sciolta soltanto nell'aprile del 1946 e cioé continuò ad esistere fino alla fine della guerra.
Quindi Lega delle Nazioni e Nazioni Unite (queste ultime istituite nell'ottobre 1945) convissero per quasi sei mesi e infatti si pensò di continuare l'attività della Società delle Nazioni parallelamente a quella delle Nazioni Unite, progetto che ovviamente fallì.
Inoltre la Lega delle Nazioni aveva carattere più sanzionatorio e politico ma non disponeva di eserciti e anche questo avrebbe potuto far pensare che non poteva essere la bestia scarlatta di Rivelazione.

*** Dal momento che sappiamo che Satana sta per dare vita al falso profeta, ovvero un'evoluzione dell'uomo dell'illegalità, potrebbe non avere alcun interesse a mantenere in vita vecchie religioni e vecchi luoghi di culto.
Non stupiamoci, quindi, se gli avvenimenti mondiali dovessero assomigliare a quelli descritti dalla bestia selvaggia di colore scarlatto mentre fa a pezzi, divora e brucia completamente nel fuoco.

Commenti

  1. Ciao Israeli, come prima cosa voglio lodarti per il tuo sforzo nel meditare sulla parola di Dio! Ho letto con molta attenzione un tuo precedente articolo che spiega come giungi all'ipotesi che Babilonia la Grande sia Israele. Il tuo ragionamento ha un filo logico, però a mio giudizio non è completamente in sintonia con il capitolo 18 di Rivelazione. In questo capitolo, infatti, si comprende che Babilonia la Grande "siede regina" e questo da molti secoli. Sappiamo dalla storia che anche se il suo popolo è stato e lo è ancora influente soprattutto nel mondo degli affari, Israele è rinata come nazione e con molti sforzi solo nel 1948 ed il suo popolo ha subito persecuzioni per molto tempo. Il ragionamento che faccio è che se Israele fosse Babilonia la Grande, ciò andrebbe in contraddizione con la visione del capitolo 18 di Rivelazione dove vediamo che cavalca la bestia selvaggia, che a sua volta ha ereditato il potere dal dragone. Questo starebbe a indicare che avrebbe goduto per molto tempo di un forte alleato e cioè il dragone, ma allora perchè tutte le persecuzioni che la storia documenta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo contributo Domenico. Come ho precisato, non è necessario e neppure logico pensare che si debba essere sempre d'accordo su tutto (se partiamo dal principio che nessuno di noi è depositario della verità). In merito alla persecuzione vorrei farti notare che c'è differenza tra il popolo ebraico in sè (che, come ogni popolo sulla faccia della terra, può avere lati positivi e nagativi) e quella parte di ebrei che hanno mostrato (e mostrano) lo stesso spirito degli scribi e i farisei. Gesù condannò la nazione di Israele nel suo insieme proprio a motivo di questo, ma ogni singolo di loro aveva (ed ha) l'opportunità di salvarsi ascoltando i suoi insegnamenti - confronta Matteo 23:33-36
      Ovviamente Geova non è parziale e quindi non prova "odio" nei confronti di una nazione piuttosto che un'altra. Semmai sono le azioni di una persona, o di un gruppo di persone, a metterla in una posizione scomoda - confronta Atti 7:51-53 (puoi leggere tutto il discorso di Stefano).
      In merito al capitolo 18, la scrittura che citi dice "Siedo regina e non sono vedeva e non vedrò mai lutto" e quindi mette in risalto la sua sfacciata sicurezza, ma non dice nulla in merito "ai secoli" in cui si troverebbe in quella posizione.
      Al contrario. La bestia selvaggia di colore scarlatto chi è? Chi è anche secondo l'intendimento ufficiale? Non sono forse le Nazioni Unite?
      Possiamo ragionare e vedere se l'intendimento è corretto ma se la bestia di colore scarlatto sono le Nazioni Unite (è uno dei pochi intendimenti del CD che non ho ridiscusso proprio perché lo condivido) è ovvio che colei che vi siede sopra non può essere lì da molti secoli.
      Al contrario, può essere lì al massimo da quando esistono le Nazioni Unite.
      Dici che la bestia selvaggia ha ereditato il potere dal dragone ma non vorrei che confondessi la prima bestia selvaggia (quella che ascende dal mare, che ha una testa scannata a morte che guarisce e a cui il dragone dà TUTTA la sua autorità) con la bestia di colore scarlatto che è solo un'immagine della precedente e che non ha alcuna corona (infatti queste Nazioni Unite vengono fatte risorgere appunto dall'ultimo re dominante). Se Babilonia la Grande cavalcasse la bestia che ascende dal mare, allora dovremmo rivedere molte applicazioni e scritture (e troveremmo comunque dei problemi ad applicarlo alla falsa religione). Ma Babilonia la Grande NON cavalca questa bestia ma quella di colore scarlatto che è, appunto e anche per il CD, l'ONU.
      Che questa donna non fosse presente prima (cosa cavalcava prima che esistessero le Nazioni Unite?) lo dimostra anche la reazione di Giovanni il quale "si meraviglia di grande meraviglia". Perché Giovanni si meraviglia? Egli forse non sapeva che la religione ha sempre fatto parte del mondo di Satana, che ha sviato le nazioni e via discorrendo? Eppure la Bibbia è chiara sotto questo aspetto. Dai tempi di Nimrod in poi, la falsa religione l'ha fatta da padrone sulle nazioni. Perché dunque si meraviglia? E' possibile che egli abbia visto una nazione che in teoria non doveva esistere più perché era stata distrutta quasi 30 anni prima?
      In effetti l'articolo su Babilonia la Grande è molto lungo ed è facile perdere il filo e confondersi (sappi che la confusione tra la prima e la seconda bestia selvaggia è molto comune tra i fratelli) quindi ti incoraggio a riprenderlo un po' per volta e a confrontare le scritture. Sono ragionevolmente convinto che ci vanno almeno due o tre giorni per meditarla bene anche perché la Bibbia stessa identifica il soggetto come un "mistero" indicando che non sarebbe stato un soggetto facile.
      Alla fine, sia chiaro, se dovessi arrivare alla conclusione che non può essere Israele e pensi d'avere il sostegno scritturale per questo, devi agire secondo coscienza.

      Elimina
  2. Devo ammettere che il tuo approccio con la Parola di Dio è quello corretto! Ciò che ho imparato dagli episodi biblici è che possiamo essere usati da Geova, ma non c'è certezza della sua approvazione, ecco perché si parla di speranza di entrare nel nuovo mondo! Dobbiamo tenere in mente questo principio per accrescere la nostra umiltà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione, Domenico. Il pericolo di "montarsi la testa" è sempre dietro l'angolo perché tipico di noi esseri umani - 1 Corinti 4:6, 7
      Se gli stessi apostoli di Cristo litigavano su "chi fosse il più grande", chi siamo noi per dire di essere immuni da questa debolezza?
      Dobbiamo studiare e pregare costantemente per comprendere come la pensa Geova e fare ogni sforzo per non perdere quello per cui abbiamo lottato tanto - Romani 3:23
      Come ho specificato in vari articoli io non ho alcuna pretesa di infallibilità (ammettere d'aver sbagliato non mi causa particolare disagio) ma nello stesso tempo abbiamo anche la responsabilità d'agire in armonia con la nostra conoscenza.
      Nel caso specifico di Babilonia la Grande mi rendo conto delle difficoltà che causa un così notevole cambio di intendimento.
      Sappi che chi ti scrive è una persona che ha creduto che Babilonia la Grande fosse l'impero mondiale della falsa religione per ben 26 anni e ti posso anche dire che se fosse arrivato qualcuno a dirmi che mi sbagliavo, probabilmente non l'avrei ascoltato o avrei cercato tutte le scritture possibili per confutare qualsiasi teoria contraria alle mie convinzioni.
      Questo per dirti che prima di convincermi di questo e addirittura aprire un blog ne è passata di acqua sotto i ponti.
      Con questo, sia chiaro, non intendo asserire che "non posso sbagliarmi" perché, proprio per le premesse fatte all'inizio, nessuno di noi è depositario della verità.
      Può darsi che abbia applicato male le scritture o che abbia tralasciato involtariamente delle informazioni ma come puoi immaginare ritengo d'avere delle basi scritturali molto profonde per giungere a tale conclusione.
      Lo scopo dichiarato del blog è quello di aprire un onesto dibattito per giungere ad una visione coerente e condivisa ma ovviamente ciò deve avvenire alla luce delle Scritture.
      Recentemente ho fatto una modifica ad un post perché un lettore mi ha fatto notare, indirettamente, che i tempi relativi alla sequenza di certi avvenimenti potevano essere "più stretti" del previsto. Ho valutato la sua obiezione con le Scritture ed ho visto che poteva aver ragione. Senza nessun problema ho fatto un altro articolo dove ho messo chiaramente in luce questa possibilità (l'articolo si intitola "I 2300 giorni di Daniele si incrociano con i 1260 di Rivelazione?"). Alla stessa maniera sono disposto ad aggiustare o anche a cambiare completamente gli articoli su Babilonia la Grande (e qualsiasi altro soggetto) se sarò convinto scritturalmente a farlo ma al momento ciò non è successo e anzi questo soggetto, per effetto domino, ha armonizzato molti altri soggetti.
      Noi continuiamo a studiare. Se è volontà di Geova queste informazioni saranno comprese. Viceversa, noi avremo agito secondo coscienza e Geova non potrà non tenerne conto

      Elimina
  3. Non metto in discussione il fatto che tu abbia agito secondo coscienza, voglio solo evidenziare che, come hai scritto in un tuo articolo, potrebbe essere facile fare dei collegamenti logici che poi possono costituire assiomi su cui creare una teoria. È lo stesso metodo logico usato nella matematica. Però esiste un modo per capire se quegli assiomi sono corretti! Ma tu sicuramente già lo conoscerai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente no. Potrei cercare su internet ma non sono un matematico e comunque probabilmente non capirei come applicare la matematica pura al confronto biblico. "Ogni uomo dev'essere pronto a udire", quindi se pensi ci sia qualcosa di sbagliato nel confronto fatto finora, sono disposto ad ascoltare e ti incoraggio a dare il tuo contributo - Matteo 23:8

      Elimina
    2. Ovviamente una teoria risulta errata se partendo da assiomi iniziali si giunge ad evidenti contraddizioni. Il rischio è quello di cui hai sempre parlato e cioè di forzare le scritture. Esempio, se la bestia selvaggia di colore scarlatto fosse identificata come l'Onu, pur di mantenere quell'assunto e pur di mettere in armonia il tutto con un certo intendimento si ipotizza che necessariamente deve costituirsi una nuova Onu dopo una terza guerra mondiale! Non posso sapere se tutto ciò sia ciò che vuole trasmettermi la Parola di Dio. Sono d'accordo con te quando parlavi di ipotesi che non sono certezze assolute. A questo punto tutte le ipotesi che hanno un supporto logico nelle scritture potrebbero risultare essere verità. Ma la verità è una e solo Dio ce la farà sapere al momento giusto con certezza e senza ombra di dubbio! Comunque è piacevole confrontarmi con cristiani che spingono al ragionamento e tu sei, se pur virtualmente, tra i pochi che conosco che agiscono in questo modo!

      Elimina
    3. (Prima parte) Ottimo, Domenico. Ti ringrazio per questo scambio e per i tuoi complimenti anche se mettono in luce che non siamo (o non siamo completamente) d'accordo.
      In effetti hai toccato un punto fondamentale, toccato anche in questo articolo, che ha a che fare con l'identità dell'ONU.
      Io credo che dovremmo chiederci, ulteriormente, come potrebbe Babilonia la Grande essere l'impero della falsa religione se cavalca qualcosa che cade nell'abisso, una e due volte (se la religione ha cavalcato la bestia politica di Satana, che esiste dall'alba dei tempi, come ha fatto la politica nel suo insieme a cadere nell'abisso, per ben due volte?).
      Anche questa situazione indebolisce la tesi della religione, non è vero?
      Ci sono molte altre domande che "non tornano" ma dal momento che hai letto l'articolo intitolato "Un nome. Un mistero. Babilonia la Grande" le conoscerai.
      Il punto fondamentale che hai toccato è partire dal principio che verrà costituita una seconda ONU (cosa che credo fermamente che avverrà). L'articolo che stiamo commentando ha messo in risalto come Satana "potrebbe" essersi mosso per ingannarci e quindi la Lega delle Nazioni potrebbe non c'entrare nulla con la bestia di colore scarlatto (che partirebbe dall'ONU all'ONU2). Questo non dovrebbe stupirci perché se hai letto tutti gli altri avvenimenti, gli indizi dell'inganno ci sono tutti.
      Ovviamente NON possiamo averne la certezza e quindi ipotizziamo che la Lega delle Nazioni sia effettivamente la bestia di colore scarlatto. Se è così, allora anche la cronologia ufficiale, anno più anno meno, è corretta. Quindi dal 1914 Cristo è stato insediato come re, gli avvenimenti descritti in Rivelazione si sono già adempiuto e noi stiamo aspettando solo più la grande tribolazione e Armaghedon.
      Questa ipotesi armonizza le cose? No, tutt'altro. Se stiamo aspettando solo più la grande tribolazione e armaghedon allora Daniele, che identifica il re del nord e anche UNA SOLA potenza dominante, è falso. Ma anche Rivelazione parla di una sola potenza dominante... E ci sarebbe tantissimo altro da dire che risulterebbe "incomprensibile" con la situazione attuale. Sei d'accordo con me che la Bibbia non si contraddice, vero?
      Allora l'unico modo affinché la Bibbia non si contraddica è valutare che la Lega delle Nazioni non fosse quella che abbiamo creduto.
      E' chiaro che se non abbiamo ricevuto una rivelazione diretta dallo Spirito Santo dobbiamo procedere per ipotesi ma, come hai detto tu, in qualche modo bisogna armonizzare il resto delle Scritture, non è vero?
      Allora non ci resta che vedere se la nascita di una ONU futura possa armonizzare tempi e scritture e se si creano contraddizioni oppure no.
      Se partiamo dall'ipotesi che debba nascere una nuova ONU, si creano contraddizioni?
      Hai trovato contraddizioni con Daniele o con Rivelazione?
      Io personalmente non ne ho trovate.
      Non ci resta che andare a mettere sotto la lente d'ingrandimento questa Lega delle Nazioni per vedere se abbiamo dei motivi anche logici per escluderla dalla visione di Rivelazione.
      Andando a vedere cos'era realmente questa Lega, scopriamo che NON aveva eserciti.
      Era un'istituzione a carattere politico/sanzionatorio.
      Questo dovrebbe già gettare un'ombra sulla sua natura perché, come sai, la bestia scarlatta è un potenza militare.
      C'è inoltre un'altra incongruenza con la sua storia e la Scrittura.

      Elimina
    4. (Seconda parte) La Lega rimane in vita per tutto il periodo della seconda guerra mondiale (viene sciolta nel 46) ma la scrittura dice chiaramente che essa "cade nell'abisso". Noi diciamo che è caduta nell'abisso a motivo degli scopi dichiarati, ma non è davvero caduta nell'abisso come la Rivelazione farebbe intendere. E c'è ancora un altro problema.
      La Lega delle Nazioni e l'ONU (che invece è di carattere politico/militare) convivono per circa sei mesi. Questo non è un problema ancora più grande? Se stiamo parlando della stessa bestia essa non può sdoppiarsi; non possono esserci due bestie scarlatte.
      Quindi è evidente che ad un certo punto dobbiamo fare ipotesi, ma fare ipotesi non significa che ognuno può dire tutto quello che gli passa per la testa. L'ipotesi dev'essere ragionevole e non deve scontrarsi con la coerenza interna della Bibbia.
      Inoltre cosa intendi quando scrivi "la verità è una e solo Dio ce la farà sapere al momento giusto con certezza e senza ombra di dubbio"? Non intendi che avremo una rivelazione dall'alto vero? Sei d'accordo che noi dobbiamo scavare nella Sua Parola per comprenderla e che la Bibbia contiene già tutto quello di cui abbiamo bisogno? Ora, se vuoi dire che capiremo la Sua volontà solo quando Lui lo stabilirà, sono d'accordo con te perché questo è in armonia con la Bibbia. Se intendi che non dobbiamo scavare e che ci "arriverà qualcun altro al posto nostro", non posso essere d'accordo. Chi ti dice che la conoscenza non partirà dall'ultimo tra noi? Geova può usare l'ultimo tra noi per far conoscere verità profonde - 1 Corinti 1:27
      Noi dobbiamo studiare e sforzarci di comprendere.
      Non "tutte le ipotesi che hanno un supporto logico nelle scritture potrebbero risultare essere verità" proprio perché un'ipotesi sbagliata si scontrerà, prima o poi, con altre scritture. Esattamente come si scontra Babilonia la Grande e il 1914.
      E a questo punto, come vedi, torniamo al punto di partenza.
      Se l'ipotesi che l'ultima ONU sia ancora futura si scontra con qualche scrittura o con una serie di scritture, bene... valutiamo queste incongruenze. Intanto che essa fosse la Lega si è già scontrato con molte evidenze e con molte scritture. Ad esempio io non devo fare "salti mortali" per dimostrare che Israele cavalca le Nazioni Unite, ma il CD (e mi dispiace se sembrerà una frase presuntuosa) deve fare mille salti mortali per spiegare perché l'impero mondiale della falsa religione cavalcherebbe le Nazioni Unite (e non la bestia che ascende dal mare).
      Se nel loro insieme le scritture rimangono armoniose, tutto fa pensare che siamo sulla strada giusta.
      Se non è così... allora si troveranno scritture che smentiranno quanto è stato "scoperto" perché si può "far credere qualsiasi cosa" solo se non esaminiamo le Scritture con attenzione - Ecclesiaste 7:12

      Elimina
    5. Mi scuso per la lunghezza del post.
      Mi è venuto in mente che forse l'articolo intitolato "La meravigliosa coerenza della Parola di Dio" potrebbe mettere in luce quali sono i motivi per cui ritengo d'essere sulla strada giusta (l'armonia generale, appunto).
      L'articolo si trova in questo link

      http://attenzioneallaprofezia.blogspot.it/2017/09/la-meravigliosa-coerenza-della-parola.html

      Se per gli articoli presentati esistono risposte migliori, speriamo che chi le conosce ce le faccia conoscere. Non lo criticherò dicendo "Tu non sei lo schiavo... quindi le risposte non puoi averle tu". A me bastano le Scritture per concentrarmi sui concetti espressi e non sulla persona che li esprime

      Elimina
    6. I miei complimenti sono sinceri perché hai una profonda conoscenza delle Scritture. Mi rendo conto che gli argomenti che tratti sono molto profondi e l'interlocutore deve necessariamente avere una conoscenza profonda. Personalmente medito sulle Scritture e sono sempre alla ricerca della verità. Ho letto con attenzione i tuoi articoli ma il tuo ragionamento riguardo all'identità della bestia selvaggia con la testa scannata e della sua immagine non mi è molto chiaro. Ribadisco con sincerità che il tuo blog è molto interessante e se non leggessimo la Bibbia rischieremmo di non riconoscere le verità che si adempiranno sotto i nostri occhi!

      Elimina
    7. (prima parte) Ed io lo apprezzo e sono sincero nel ringraziarti.
      Considerando che a commentare siete tre o quattro (di buono c'è che per il momento riesco a star dietro ad ogni commento, cosa che non è detto che riuscirò a fare in futuro) a differenza delle visite che qualche volta arrivano a 300 e oltre, è evidente che molti leggono gli articoli ma non osano commentare.
      Immagino che sia dovuto, almeno in parte, alla regole generali del blog perché infatti questo non è forum di discussione senza regole. Nasce appunto per affrontare temi biblici con la Bibbia. Forse molti semplicemente "non si buttano".
      In merito alla bestia selvaggia con la testa scannata a morte ti assicuro che è più semplice di quanto immagini (a differenza di Babilonia la Grande che è oggettivamente ostica). Puoi dimenticare anche tutto quello che è stato scritto e arrivarci lo stesso.
      Le bestie sono potenze militari/politiche e questo lo puoi vedere in Daniele.
      Quindi la bestia che ascende dal mare è una potenza militare/politica non è vero?
      Non discutiamo se sia questa o quell'altra potenza: è UNA potenza politica, giusto? Qualunque sia.
      Essa ascende dal mare che sappiamo raffigurare l'agitata umanità (questo lo dice anche il CD). Quindi se ascende dall'agitata umanità lascia intendere che prima c'era solo una massa informe, non è vero?
      Nota anche la differenza che passa con la bestia con due corna d'agnello che, solo dopo l'emersione della prima bestia, essa spunta "dalla terra".
      Si vede una testa scannata a morte quindi lascia intendere che ci sia stata una guerra.
      Insomma: qualcuno o qualcosa deve pur averla scannata!
      C'è stata una guerra.

      Elimina
    8. (seconda parte) Qualunque guerra sia (che sia la prima guerra mondiale, la seconda, la terza o quella d'indipendenza americana) DI FATTO non emergono altre bestie e tutta la Rivelazione si concentra su un'unica testa (cioé una sola è dominante).
      Diciamo che non sappiamo null'altro e non ci è stato detto null'altro.
      Chi sarà mai questa potenza?
      Se andiamo in Daniele si comprende che l'ultima potenza dominante, dopo una guerra appunto, è il re del nord.
      Quindi non è che si va contro l'insegnamento del CD per partito preso: Daniele e Rivelazione non si contraddicono.
      Non possono essere due periodi differenti perché entrambi vengono distrutti dal Signore (non ti cito scritture così potrai cercarle da solo) nel tempo della fine.
      Anche Daniele fa comprendere che c'è solo una potenza dominante.
      Semmai gli articoli a corredo di questa bestia selvaggia sono serviti esclusivamente per cercare di dimostrare che il re del nord può essere soltanto la Russia ma che sia la Russia o Canicattì è comunque il re del nord che deve rimanere, no? Quindi se l'impero anglo-americano è il re del sud, la bestia di Rivelazione (l'unica rimasta) non può essere l'impero anglo-americano (salvo supporre che Daniele si sia sbagliato).
      In linea di principio facciamo lo stesso ragionamento per la bestia scarlatta (che è l'immagine della prima nel suo insieme ed è facile confondere).
      Se è rimasta una sola potenza dominante (la testa che rivive) è lei a creare un'immagine della bestia (che comprende anche le altre teste che esistono ma non sono dominanti - questo è un particolare importante che troverai spiegato nell'articolo "La bestia che Giovanni vide in visione"). Questa immagine comprende "10 re che non hanno ancora ricevuto un regno ma ricevono autorità come re per un'ora" come se ci fosse una turnazione.
      Ora, per quanto mi sforzi di cercare (al presente) un'organizzazione che comprende i re della terra e che hanno un certo potere militare... non riesco ad arrivare a nessun'altra organizzazione che all'ONU. Non può essere la NATO, non può essere l'Unione Europea, non possono essere altri agglomerati politici o commerciali. Insomma... le cose potrebbero anche cambiare ma al momento l'ONU non è solo la candidata migliore ma è anche l'unica come "bestia scarlatta" (ci sono altri particolari ma non voglio assillarti con un romanzo).
      Quindi, dimenticando tutto quello che ci è stato detto, sia da questo blog che dal CD, vedrai tu stesso che dev'esserci una guerra che porterà ad una sola potenza politico/militare, questa potenza vincitrice sarà il re del nord, essa ricreerà una sorta di Nazioni Unite (se poi si chiamerà ancora Nazioni Unite o Collegio dei Popoli o PIppo Pluto e Paperino non lo sappiamo e non è importante) e via discorrendo. Ciò significa che la maggioranza delle profezie di Rivelazione è ancora a venire (poi ci sono le difficoltà a comprendere chi è Babilonia la Grande, chi è il Falso profeta e via discorrendo ma la bestia scannata a morte e la sua immagine non sono difficili)

      Elimina
    9. Ma la nuova Onu a quale bestia corrisponderebbe e quale scrittura starebbe alla base dell'intendimento? Grazie.

      Elimina
    10. La Nuova Onu, essendo l'immagine della bestia selvaggia, è ovviamente l'immagine di tutte gli imperi sopravvissuti (le varie teste) ma dal momento che esiste una sola potenza dominante essi saranno "re vassalli" o subordinati all'unico re rimasto.
      Infatti Daniele, parlando di questo re, dice che "Farà abbondare di gloria chiunque [gli] avrà dato riconoscimento, e in effetti li farà governare fra molti; e ripartirà [il] suolo per un prezzo" - Daniele 11:39
      La nuova ONU è molto simile alla precedente solo che non essendoci realmente delle potenze indipendenti (confronta Rivelazione 13:4) esse seguiranno chi comanda davvero (il re vincitore, appunto).
      Anche adesso non è che ci siano davvero delle "potenze indpendenti" perché il mondo si divide in filo-russo e filo-americano ma nel prossimo futuro non ci sarà nemmeno questo.
      Comunque in apparenza sembrerà che questo re sia molto democratico e ragionevole (è l'unica potenza rimasta eppure dice "Facciamo un agglomerato di diverse potenze") e anche questo spingerà l'umanità ad ammirarlo.
      La nuova ONU diventa per forza di cose lo strumento di chi rimane e dal momento sappiamo chi rimarrà, si capisce anche perché agiscono come un sol uomo nelle decisioni - confronta Rivelazione 11:7 e Daniele 8:12, 24

      Elimina
    11. Ah, ovviamente se intendevi perché giungiamo alla conclusione che sia sempre la bestia scarlatta è a motivo di ciò che dice Rivelazione 17:8 che dice che "era, ma non è, e sta per ascendere dall’abisso". "Era" prima che scoppiasse la guerra, "non è" perché nel tempo di riferimento della visione la guerra è appena terminata e "sta per ascendere dall'abisso" perché avrà una parte importante nel distruggere la prostituta (come infatti i capitoli 17 e 18 spiegheranno)

      Elimina
  4. Complimenti per la disamina!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Scaviamo per trovare gemme spirituali: Marco capitoli 3 e 4

Stiamo davvero scavando per trovare gemme spirituali?

Stiamo davvero scavando per trovare gemme spirituali?